sabato 29 luglio 2017

Teaser - Le bugie dei bravi ragazzi


Habemus Teaser!


video
Domenica sera, 30/07/'17 
dalle ore 21 circa:
io e la mia amica Laura (Radio 24) racconteremo Le bugie dei bravi ragazzi.

A Due Carrare - Padova
all'Art&Music Festival.




Grazie a Laura Faggin, amica di sempre e voce narrante.
A Miriam Lucchetti e a Silvio Lorenzi per aver prestato le voci ai personaggi del romanzo che ascolterete domenica sera.
Grazie a Paolo Corleoni - Sound Design e a Marco Lombardo.
Praticamente grazie a mezza Radio 24,
Vi adoro a distanza.
E pure a Matteo che mi ha aiutato con sto video.
 
Direi dalle 21.00 in poi, così prima riusciamo anche a bere Spritz e Birra...!

lunedì 17 luglio 2017

30/07/2017 Presentazione del romanzo "Le bugie dei bravi ragazzi"

SAVE THE DATE:
 

Io e Laura Faggin, tra le altre cose Producer a Radio 24, il 30 luglio (2017) presenteremo il romanzo Le bugie dei bravi ragazzi a Due Carrare, e promettiamo di essere più sobrie di così.
L'immagine può contenere: 2 persone, notte, occhiali e primo piano
Se vi va,
se avete letto il libro, 
se siete blogger,
se siete lettori,
se siete curiosi,
se non sapete
che fare, se siete in vacanza, se vorrete farci domande...
saremo lì!
Poi per l'orario e il luogo preciso vi farò sapere.

Laura oltre ad essere una mia grande amica, bella e brava, è una producer a Radio 24. 
Audiogrammi, "il cinema alla radio", è un programma che racconta le storie e le avventure dei personaggi di film italiani e stranieri, con un adattamento radiofonico che unisce voci narranti a dialoghi estratti dal film stesso. Un racconto nel racconto dove i suoni,le ambientazioni,le musiche e le voci prendono il posto delle immagini.

giovedì 6 luglio 2017

Scottish breakfast Vs Paranoid Italian Girl

Nonostante abbia passato l'adolescenza da un po' ho ancora in me il retaggio culturale ereditato durante gli anni dell'asilo: si doveva finire tutto il cibo che c'era nel piatto, non c'era via di scampo. Non c'erano alternative. Ma siamo in Italia, fatta la legge, trovato l'inganno. Anche a 4 o 5 anni se occorre e alla scuola materna occorreva.
Traditional Scottish Breakfast
Se l'uovo proprio non andava giù, se la carne non scendeva, se la frutta era un castigo, le soluzioni potevano essere: gettare sotto al tavolo il vitto e calciarlo verso un altro bambino, mettere in tasca del grembiule il cibo masticato e portarlo a casa, o nascondere le prove in giardino, avendo tenuto in bocca il boccone incriminato per un bel po'. Chiaramente bisognava agire di nascosto.
Che c'entra questo con la Scozia
C'entra perchè la tipica colazione scozzese è molto abbondante e

mercoledì 7 giugno 2017

Posta precaria: Lavorare con stanchezza

Si svegliò stanca anche quel giovedì mattina, gli occhi gonfi, la testa pesante, le gambe che si trascinavano da sole verso la cucina, per inerzia, per abitudine, un'abitudine che cercava di sopportare, da circa due anni.
Erano le 6.45, di mattina. Alzò la persiana, molto lentamente, aprì la finestra e inspirò aria fresca, aria nuova.
Doveva decidersi a comprare un pigiama nuovo, ormai l'elastico non teneva più e i fiorellini viola su sfondo azzurro erano crepati e sbiaditi.
Doveva trovare il tempo di depilarsi, non aveva mai avuto dei peli così lunghi sulle gambe. Ad un occhio esperto (di donna) di sicuro non erano sfuggiti sotto le calze color carne. Quei fili neri, scuri, lunghi, quanto? Un centimentro? Forse anche uno e mezzo.
Ne prese uno tra le dita e tentò di strapparlo. Al secondo tentativo ci riuscì.

mercoledì 3 maggio 2017

Posta Precaria: Il Custode del cimitero

Cosa c'è di sicuro a sto mondo? Più di San Remo, più dei selfie di Belen, più di "Una poltrona per due" sotto Natale, più degli sconti sui divani che devono terminare e invece non finiscono mai?
Ecco: La muerte, 'A Livella
(Tiè)
Nonostate sia la questione più a tempo indeterminato che mi venga in mente la cosiddetta crisi ha livellato pure i custodi del cimitero.
Un ragazzo, T., mi ha raccontato la sua esperienza precaria: "Non è che il mio obiettivo è sempre stato quello di fare il custode dei cimiteri, però il Comune cercava queste figure per un progetto dedicato ai disoccupati da anni e io lo ero, e anzi lo sono di nuovo se per caso qualcuno legge.."
"Ah beh, caschi bene qui. Scrivetemi se avete un lavoro per T... E se avete un contratto serio con una casa editrice per me"
Ammetto che mi sono venute in mente un sacco di sciocche paranoie legate a questo importante mestiere (Zombie, poltergeist, spiriti molesti, rumori sinistri)

giovedì 20 aprile 2017

Uomini che aspettano le donne (fuori dai negozi)

Li riconosci perché sono fuori dai negozi, soli o in gruppetto, con il passeggino o con il telefono in mano.
Con il passeggino e con il telefono in mano, o parcheggiati lì con buste e borse. Appoggiati alle colonne o in piedi come le Guardie Svizzere, se piove o se c'è il sole... aspettano. 
Con lo sguardo vacuo, interrotto solo da un guizzo, da un brillio quando sfilano davanti ai loro occhi giovani e belle ragazze, schivandoli, magari nemmeno accorgendosi di loro. Ma almeno l'attesa sarà meno noiosa e infruttuosa se buttano l'occhio. 
Uomini che aspettano le donne fuori dai negozi.

giovedì 13 aprile 2017